Serie A, Cristiano Ronaldo sposta gli equilibri, anche al Real Madrid se ne sono accorti

29/10/2018

Massimo Caputi   •   Caputi Style

Visto l’andamento della stagione, chissà quali tristi pensieri staranno tormentando i tifosi del Real Madrid.

Umiliati dalla manita degli acerrimi rivali del Barcellona nel “clasico”e sempre più orfani di Cristiano Ronaldo, determinante nella Juventus e protagonista nel campionato italiano.

Se qualcuno avesse mai avuto dubbi, i numeri del campione portoghese parlano chiaro: 10 partecipazioni attive di negli ultimi 14 gol segnati in campionato dalla squadra di Allegri con 7 gol e 3 assist. Sarà solo una coincidenza, ma se l’arrivo di Ronaldo ha chiari ed evidenti risvolti positivi per le sorti bianconere, in contemporanea si avverte un generale miglioramento della qualità del nostro torneo e soprattutto un deciso aumento della competitività delle nostre squadre in ambito europeo.

Prova ne è stata anche la gara del San Paolo. Napoli e Roma, protagoniste in Champions, hanno dato vita a un match intenso, tattico ed emozionante. Il Napoli ha confermato di essere superiore, più pronto e completo rispetto alla Roma, ancora insicura e per giunta rimaneggiata. La squadra di Di Francesco ha comunque saputo soffrire mancando il successo, importante per classifica e autostima, solo nei minuti finali.

Non meno interessante e aperta, pioggia permettendo, sarà anche la sfida di questa sera all’Olimpico tra Lazio ed Inter. In campo tanti ingredienti: dalla voglia biancoceleste di vendicare la beffa della scorsa stagione, all’ambizione di entrambe le squadre. La Lazio ha poi un motivo in più per rendere speciale la sua serata: sfatare i fantasmi dei confronti diretti.