Uniformità tra introduzione e svolgimento della telecronaca

Saper mantenere un’uniformità costante durante tutta la telecronaca di una partita è una prerogativa cruciale di ogni radiocronista.

Il materiale che prendo in esame oggi è quello inviatomi da Marco Pantaleo, membro del gruppo Facebook Cronista Digitale. Avevo già analizzato uno dei suoi contributi poco più di un anno fa e ho notato indubbiamente dei miglioramenti.

Marco mi ha inviato la sua radiocronaca di Napoli – Genoa e gli faccio subito i complimenti perché la sua, nel complesso, è stata un’ottima performance.

Un aspetto su cui porre l’accento, però, è quello relativo alla necessità di mantenere una costante omogeneità narrativa durante tutto il racconto.

La differenza a livello tonale e ritmico tra l’introduzione e lo svolgimento del racconto si è notata molto nel materiale di Marco. Sembra che l’introduzione sia stata letta e non è quindi apparsa naturale e spontanea. Questo è un errore da non fare, consapevoli del fatto che il racconto della partita non potrà essere preparato prima e sarà meno programmato.

Bene la ricostruzione dell’azione del gol: dettagliata e chiara, con i passaggi chiave del gol descritti molto precisamente.

Per scoprire tutto il resto dei consigli che ho dato a Marco vi invito a guardare interamente il video. Buona visione!

Post Correlati