Marcello Lippi: con lui l’Italia sul tetto del mondo

20/03/2020

Massimo Caputi   •   Allenatori nel Pallone

“Se il grande campione pretende di essere la primadonna, a scapito dei suoi compagni, quel collettivo non avrà successo”

Viareggio come città natale, Berlino come culmine della sua carriera da allenatore. L’Identikit è chiaro, parlo di Marcello Lippi, un mister che tutti quanti colleghiamo ai mondiali del 2006 vinti in Germania.

Il tecnico toscano è stato l’ultimo commissario tecnico in grado di portare la Coppa del Mondo in Italia. Non era facile, considerando il gran numero di fuoriclasse che aveva a disposizione, creare un gruppo in cui ognuno giocasse per l’altro e non fosse “una primadonna” come spesso amava ripetere.

Sarà stato merito della sua pacatezza o della sua idea di calcio pratico e senza troppi artifici, forse, che è riuscito a stabilire grandi record e a riscrivere la storia delle statistiche fatte registrare da molti dei mister precedenti. È infatti stato il primo allenatore della nazionale Italiana a superare, con 31 risultati consecutivi senza sconfitta, il record precedente di Vittorio Pozzo, che si era fermato a 30. Assieme a Capello e Zidane, inoltre, detiene il record per il numero di finali di Champions League raggiunte (4) di cui 3 consecutive, che costituisce un altro record.

Plurititolato, universalmente conosciuto, globalmente ricordato. Marcello Lippi è, senza se e senza ma, un allenatore che vale la pena studiare per imparare la storia del calcio. Non perdetevi il nuovo episodio di #AllenatoriNelPallone!

Lippi

Il video sul mio canale YouTube: Marcello Lippi

Di questo e altro ancora ho raccontato nella puntata di oggi, l’ottava di #AllenatoriNelPallone. Questo è il video completo, pubblicato anche sul mio canale YouTube.

 

Il podcast su Spotify: Marcello Lippi

Se invece siete appassionati di Podcast e siete sempre in movimento, potete ascoltare la puntata nel mio canale Podcast su Spotify.